Author: Vittorio Pandolfi Source: Flickr License: CC 2.0

Il 20 novembre 2022 aprirà al Museo Drents di Assen la mostra Dying in beauty: The world of Pompeii and Herculane (Morire nella bellezza: Il mondo di Pompei ed Ercolano), con testimonianze del Museo Archeologico Nazionale di Napoli e del Parco Archeologico Ercolano di Ercolano, scrive il museo in un comunicato stampa.

“Questa grande mostra archeologica si concentra sulla vita prima della devastante eruzione vulcanica e sull’arte e la bellezza di cui si circondavano gli abitanti”. Saranno visibili oltre 100 tesori d’arte archeologica, tra cui affreschi colorati, statue in marmo, una fontana di bronzo e gioielli d’oro. La mostra durerà fino al 26 marzo 2023.

“Nel 79 d.C., le città portuali italiane di Pompei ed Ercolano furono sepolte quando il vulcano Vesuvio eruttò. Per questa ragione, divennero le città conservate meglio dell’epoca romana”, si legge ancora. Gli archeologi hanno scoperto gran parte delle città dal diciottesimo secolo e dei reperti archeologici presenti nelle collezioni del Museo Archeologico Nazionale di Napoli e del Parco Archeologico di Ercolano, le opere salientei vengono esposte nei Paesi Bassi.

Il focus della mostra è sulla vita prima dell’eruzione: la bellezza e l’arte erano importanti per i romani, qualcosa che si riflette nella retrospettiva. In mostra oggetti personali come stoviglie e gioielli, ma anche statue, affreschi, mosaici e fontane che decoravano le case e i giardini di ricchi e poveri. La mostra si concentra anche sul ruolo dell’arte nello spazio pubblico, dice ancora il comunicato stampa.

La mostra è accompagnata dall’omonima pubblicazione di Waanders Uitgevers e sono inoltre previsti un percorso speciale per le famiglie, un programma di attività.

Per tutta la durata della mostra, il museo sarà aperto dal martedì alla domenica, dalle 10:00 alle 17:00.