Circa 600 mila bambini Olandesi non vanno mai dal dentista. Questo è quanto confermato dall’associazione dei dentisti Olandesi ANT. In una lettera inviata al Ministro della Sanità Bruno Bruins, i dentisti hanno chiesto azioni efficaci da parte delle compagnie d’assicurazione, riporta AD.

Negli ultimi due anni, ANT ha avviato vari progetti per spingere i bambini a sottoporsi a controlli regolari. Questi però si sono rivelati inefficaci. Tra i motivi principali c’è il costo della visita dentistica, ANT conferma. Per gli adulti infatti, il sistema sanitario olandese prevede un’assicurazione aggiuntiva per il dentista o il pagamento diretto. Per i bambini fino ai 18 anni invece è diverso. Il pacchetto di assicurazione sanitaria di base copre anche le spese dentistiche. Ed è quindi gratuito.

Secondo i dentisti, la soluzione migliore sarebbe informare le famiglie. Una tra le proposte è inviare una lettera da parte delle compagnie assicurative. La volontà di farlo è però scarsa, ANT dichiara.

Solo l’assicurazione DSW ha accolto la proposta. In Schiedam, la metà delle famiglie che ha ricevuto la lettera ha sottoposto i loro figli ad una seduta di controllo. Altre assicurazioni, invece, hanno dichiarato di non avere loro “il compito di spingere le persone assicurate a curarsi.” Il vice-presidente dell’ ATN Ravin Raktoe ha dichiarato: “Sembra che le assicurazioni sanitarie considerino le loro finanze più importanti dell’ obbligo di diligenza e responsabilità sociale.”

Anche l’associazione della compagnie assicurative Zorgverzekeraars Nederland ha rilevato questo problema. D’altra parte, una legislazione sulla privacy più rigorosa è stata adottata. Questo ha reso ancora più difficile contattare le persone assicurate, così ha dichiarato il portavoce Koen Venekamp.