Source Pic: wikipedia

Il leader FvD Thierry Baudet ha dichiarato di essere stato “frettoloso” con post sui social media venerdì, quando si è scagliato contro marocchini che avrebbero molestato due sue amiche su un treno. In realtà, si trattava di 4 funzionari di NS, uno dei quali di minoranza etnica, che avevano chiesto alle donne di esibire i titoli di viaggio.

La questione è diventata una bufera quando NS ha raccontato una versione diversa, supportata da testimoni. Baudet ha ignorato le critiche e le richieste di scuse ma alla fine ha detto di essere stato frettoloso e di aver cercato di inquadrare la vicenda: “in un contesto politico più ampio: il contesto delle conseguenze dell’immigrazione di massa, i problemi di integrazione e la mancanza di sicurezza che molti olandesi vivono ogni giorno”.

Secondo Baudet, le donne non credevano che gli uomini che parlavano con loro fossero ispettori NS perchè i tesserini mostrati sarebbero stati diversi da quelli ordinari e che il loro atteggiamento sarebbe stato intimidatorio, gli ispettori avrebbero mostrato le armi e le donne si sarebbero sentite a disagio.

NS ha nuovamente risposto alle dichiarazioni di Baudet: nessun funzionario è armato. Solo l’agente di polizia che li accompagna. Baudet ha concluso la sua dichiarazione su Facebook dicendo che “ovviamente non voleva accusare nessuno”.