Dalle 24:00 di sabato sera, gli eventi nei locali notturni e nelle discoteche sono annullati. Eventi all’aperto saranno possibili solo con un numero limitato di persone, in modo da mantenere una distanza sufficiente. Le misure si applicano fino al 13 agosto. Sono queste le indiscrezioni riportate dal quotidiano Parool.

Venerdì sera Rutte e De Jonge terranno una conferenza stampa e gli eventi al chiuso dove non ci sono posti fissi verranno annullati: rimarranno possibili gli eventi con posti prenotati e test di accesso. Gli eventi all’aperto si svolgeranno solo con un numero limitato di persone e solo se sarà possibile mantenere 1,5 metri. Questi numeri sono attualmente in fase di calcolo, dicono gli addetti ai lavori.

Gli eventi più importanti verranno ripresi il 13 agosto, (Lowlands ad esempio). Fino ad allora, le restrizioni valgono anche per la ristorazione e gli eventi che iniziano sabato.

“Ma i dettagli sono ora in fase di elaborazione”, afferma un addetto ai lavori. Le fonti chiamano il sistema di test di accesso “non fallito”, solo che non è ancora “impermeabile”, dice il Parool.

L’improvviso pessimismo è guidato dal numero in rapida crescita dei contagi. RIVM ha riportato oggi quasi 7.000 test positivi, quasi raddoppiando in 48 ore, mentre RIVM ha riportato mercoledì 3.600 nuovi casi. I contagi riguardano, soprattutto, bambini e giovani.

Il ministro De Jonge ha chiesto un consiglio urgente  agli esperti dell’OMT: il numero crescente di infezioni non deve avere conseguenze dirette per la pressione sull’assistenza sanitaria. A differenza dell’anno scorso in estate, ora sono state somministrati più di 17 milioni di dosi di vaccino e un gran numero di persone è stato comunque contagiato.

L’aumento dei contagi, quindi, non trova ancora riscontro nei dati ospedalieri. Attualmente ci sono 206 pazienti Covid: 120 nei reparti di cura e 86 nelle unità di terapia intensiva, il numero più basso da settembre dello scorso anno.

Tuttavia, si teme che gli alti tassi di infezione abbiano conseguenze per i vacanzieri: se il  Paese diventa ‘rosso’ secondo le regole del centro europeo di controllo delle malattie ECDC, questo potrebbe significare che ci saranno delle restrizioni di viaggio. I paesi possono imporre un obbligo di quarantena per le persone provenienti dai Paesi Bassi o addirittura rifiutarle, dice il Parool.

l test per l’accesso non funzionano correttamente. I certificati di prova non sono sempre adeguatamente controllati e l’OMT ha consigliato che i test di accesso dovrebbero essere validi per 24 ore, mentre l’armadio ha optato per una durata di 40 ore per motivi pratici.