I comuni della regione di Den Haag hanno rilevato un’improvvisa impennata nel numero di persone uscite per lo shopping oppure per andare al parco. A Leiden il comune ha dovuto lanciare un appello a rimanere a casa e a Delft, addirittura, la polizia è dovuta intervenire per disperdere la folla accalcata in centro e invitare le persone a tornare a casa.

“Ci deve essere un motivo per provare paura. Questo è il punto cruciale. Non vediamo morti per strada quindi le persone non hanno paura” dice ad Omroepwest lo psicologo sociale Hans van de Sande. Secondo la psicologa Anne Reitz, al portale, la gente non trova ragioni per cambiare il proprio atteggiamento. La situazione di “smart lockdown” sta avendo un impatto nelle relazioni sociali e ciò ha delle conseguenze, in primis a casa dove è diventato sempre più difficile separare i ruoli. Ecco il perchè della ricerca della fuga.”

Secondo van de Sande, il fatto che sia stato annunciata la riapertura delle scuole è un motivo, per molti, di credere che la situazione sia tornata alla normalità