La probabilità di una recessione in Olanda è in aumento ha detto la leader del D66 e ministra delle finanze Kaag al congresso del suo partito a Rotterdam. Kaag vuole evitare tagli drastici e annuncia con cautela che l’anno prossimo il governo dovrà fare scelte difficili.

“Non ci sono soldi gratis. Questo significa anche riformare ora per rafforzare l’economia e mettere in ordine le finanze”, ha affermato Kaag. “Quello che spendiamo con una mano deve essere preso prima con l’altra.”

Pacchetti di aiuti ancora più grandi sono inaccessibili e guidano involontariamente l’inflazione, afferma. Mentre la questione dei richiedenti asilo ha portato alla discussione odierna alla conferenza VVD, questo non è accaduto nel D66. I membri hanno adottato all’unanimità una mozione per la cosiddetta “legge di distribuzione” per i richiedenti asilo, dice NOS.

Anche Kaag non ha cercato quella discussione e vuole cercare “il compromesso”, invitando i membri del suo partito nei consigli comunali a cooperare generosamente nell’accoglienza dei richiedenti asilo.

A proposito della discussione in corso tra i partiti di governo, ha affermato: “Nel nostro Paese, dobbiamo essere in grado di condurre un ragionamento sulle migrazioni ampio e realistico basato su conoscenze e fatti. E quindi disintossicare il dibattito”.