I funzionari del ministero della Giustizia nei Paesi Bassi hanno confiscato nel 2017  oltre 221 milioni di euro a criminali condannati, ben al di sopra del loro obiettivo di 138 milioni di euro.

Il totale è costituito da denaro rinvenuto durante i raid ma la maggior parte proviene da patteggiamenti e conciliazioni, ha detto il dipartimento di pubblica accusa.

La cifra del 2016 di 416 milioni di euro è stata condizionata per 268 milioni di euro da un massiccio accordo extragiudiziale raggiunto dal fisco con la società di telecomunicazioni VimpelCom ad oggi il più grande nella storia olandese tra il Belastingdienst e una società.

La funzionaria del dipartimento della pubblica accusa, Marianne Bloos, ha dichiarato alla stampa che puntare sulla confisca dei beni dei criminali ha portato l’ufficio a diventare più incisivo nella lotta al riciclaggio

La cooperazione con i dipartimenti di giustizia stranieri sta migliorando, dice ancora la funzionaria, ma allo stesso tempo i criminali utilizzano altri metodi, come i bitcoin, per spostare i loro soldi”.