Image: © RVD – Mischa Schoemaker

Ieri, il re Willem Alexander e la regina Máxima, entrambi visibilmente emozionati, hanno annunciato che Amalia non può più vivere nella sua casa dello studente ad Amsterdam a causa di una minaccia incombente e “non può uscire di casa”.   Secondo il giornalista John van den Heuvel di De Telegraaf, i servizi di sicurezza olandesi “considerano concreto un tentativo di rapire o commettere un attentato” contro la principessa ereditaria, dice RTL.

Van den Heuvel ne aveva scritto il 17 settembre. Oltre alla principessa Amalia, verrebbe minacciato anche il primo ministro Mark Rutte. Da allora, la sicurezza è stata notevolmente rafforzata per entrambi ma a quanto pare, l’intelligence ha preferito invitare Amalia a lasciare la residenza studentesca.

Il sospetto ricade sulla “Mocro Maffia” e sua una possibile strategia di destabilizzazione mentre i maxi processi sono in corso. Secondo Koen Voskuil, giornalista investigativo esperto di crime presso la tv RTL Nieuws: “Il punto con questo tipo di minaccia è: non si sa mai quando finirà, quando il pericolo è passato. Supponiamo che provenga da Ridouan Taghi: è in prigione, ma la sua organizzazione esiste ancora. Negli ultimi anni hanno spinto i confini della violenza [in Olanda]. Sono successe cose folli. Quindi devi tenere in considerazione molto di più”.