NL

NL

Milionari in Olanda? Basta andare a Laren o a Bloemendaal per incontrarli

Martedì l’agenzia statistica nazionale CBS ha pubblicato i risultati di una nuova ricerca, relativa al tasso di ricchezza nei Paesi Bassi.

Stando ai risultati, la probabilità di incontrare un milionario olandese nel piccolo villaggio di Laren vicino a Hilversum è molto alta. Lì, infatti, il 10,8% delle famiglie ha un patrimonio di oltre 1 milione di euro.

Nella classifica di CBS, seguono Bloemendaal, con una percentuale di poco inferiore pari al 10,4%, e Blaricum che si ferma al 9,8%.

Fino a gennaio 2017, nei Paesi Bassi si potevano contare circa 115.000 famiglie con un patrimonio di oltre 1 milione di euro. In termini di numeri, si parla di una percentuale pari all’1,5% del totale.

Cifre piuttosto elevate, che non tengono conto né di mutui né di eventuali debiti. Così mentre una parte della popolazione olandese vive nell’agio, con un reddito disponibile medio di 117 0000 euro l’anno, si scopre che una famiglia media sopravvive con 40 000.

Le differenze diventano ancora più evidenti nei maggiori centri cittadini. Amsterdam può contare un numero di persone milionarie superiore a ogni altra città olandese. L’Aia, Rotterdam e Utrecht la seguono.

In un contesto tanto diversificato e ampio, un denominatore comune si distingue con chiarezza. Nella metà dei casi, infatti, i milionari olandesi guadagnano con le loro compagnie.

SHARE

Noi siamo qui 365 gg (circa), tra le 5 e le 10 volte al giorno, con tutto quello che tocca sapere per vivere meglio in Olanda.

Sostienici, se usi e ti piace il nostro lavoro: per rimanere accessibili a tutti, costiamo solo 30€ l’anno

1. Abbonatevi al costo settimanale di mezzo caffè olandese:

https://steadyhq.com/en/31mag

2. Se non volete abbonarvi o siete, semplicemente, contenti di pagarlo a noi il caffè (e mentre lavoriamo quasi h24, se ne consuma tanto) potete farlo con Paypal:

https://www.31mag.nl/abbonati/

3. Altrimenti, potete effettuare un trasferimento sul nostro conto:

NL34TRIO0788788973

intestato al direttore Massimiliano Sfregola
(causale: recharge 31mag)

Altri articoli