Il primo ministro in carica Mark Rutte si è scontrato alla Tweede Kamer, con il parlamentare del CDA Pieter Omtzigt sulla questione dei rapporti tra Paesi Bassi e Russia, in relazione all’inchiesta sul disastro dell’MH17. Rutte ha detto polemicamente a Omtzigt se preferisce proseguire con la polemica oppure se vuole vedere i responsabili consegnati alla giustizia.

I due discutevano sulle immagini radar russe del disastro. Il pubblico ministero olandese li ha chiesti alla Russia nell’ottobre 2014, ma non ha ancora ricevuto alcuna risposta. Tale richiesta è stata inoltrata attraverso i canali ufficiali del governo olandese.

Omtzigt voleva che Rutte spiegasse perché le immagini radar, importanti prove nell’inchiesta, non sono ancora state consegnate. “Anche perché il governo olandese ha scritto nei suoi documenti che l’intera comunità internazionale sta cooperando all’inchiesta. È questa buona cooperazione?” avrebbe detto il deputato cristianodemocratico.

L’osservazione non è piaciuta a Rutte “Ci sono sempre commenti in sottofondo del signor Omtzigt. Come se il governo olandese dicesse: non dobbiamo interferire ora perché siamo interessati a mantenere un buon rapporto con la Russia o l’Ucraina”. Secondo Rutte, la sua unica priorità è scoprire la verità. “Ho solo un interesse: la relazione con questi paesi può anche deteriorarsi, basta scoprire la verità”.