Dopo un periodo freddo diventa finalmente primavera, dice Weerplaza, che nel suo bollettino per la settimana parla di temperature -finalmente- sopra la media degli ultimi giorni. Ma solo per un po’.

“Finora, questo mese è stato più simile all’inverno che alla primavera. La prima metà di aprile è stata la più fredda dal 1986 e anche la più nevosa dall’aprile 1970″, dice il portale di meteo che avverte: le cose stanno per cambiare e da ieri il vento ha voltato verso nordest, soffiando un’aria leggermente più morbida.

Per la prima volta questo mese sono previste temperature superiori alla media a lungo termine di 13-14°: martedì, nell’entroterra locale, saranno 17° con sole e possibilità di rovesci.

“Da mercoledì l’area di alta pressione si sposterà dalla Scandinavia al Mare del Nord e il vento virerà in direzione nord. La probabilità di pioggia diminuisce quindi gradualmente e al sole viene concesso più spazio, sebbene alcuni campi nuvolosi persistenti possano entrare nel paese dal mare”, spiega Weerplaza.

Mercoledì il tempo sarà mite con massime di 15 gradi nell’entroterra e da giovedì la temperatura scenderà di nuovo a 12° e nel weekend potrebbe andare ancora sotto i 10°. Nelle notti può gelare di nuovo localmente e il record per l’aprile più freddo che si ricordi viene ancora mantenuto.

La settimana prossima l’incertezza aumenta, in ogni caso -dice Weerplaza- l’aria fredda è ancora nei paraggi e potrebbero esserci ancora temperature di 10°-12°.