Secondo quanto affermato dal pubblico ministero Martinijn Egberts all’emittente NOS, il servizio di intelligence AIVD ed il suo stesso dipartimento stanno avendo sempre piu difficoltà nell’intercettare i messaggi criptati di applicazioni come Whats App in operazioni di polizia giudiziaria. Il criptaggio rende molto complicata l’indagine dei crimini quando si vuole trarre informazioni da un determinato tipo di comunicazione sospetta.

L’emittente ha continuato mettendo in luce quanto sia essenziale che  compagnie, come Whats App consentano alle autorità l’accesso ai messaggi dei propri utenti, dal momento che non solo alcune applicazioni prevedono la criptazione delle proprie comunicazioni ma alcuni smartphones nascono già criptati. Ad oggi Whats App offre ai clienti persino un criptaggio “end-to-end”, vale a dire che solo il mittente e il destinatario possono vedere , e al quale nemmeno la società stessa ha accesso.

Da un lato tutto ciò offre una certa tranquillità agli utenti sulla protezione dei contenuti tra loro scambiati, ma dall’altro  diventa  sempre più difficile per i servizi investigativi condurre ricerche che possano dirsi efficaci. Basti pensare a estorsioni, assassini, casi di droga o pornografia infantile.