The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

NL

Messaggi razzisti e discriminatori: accusati cinque poliziotti di Rotterdam

Cinque organizzazioni anti razziste hanno avviato un procedimento formale contro alcuni agenti della polizia di Rotterdam. I poliziotti sono accusati di aver inviato, su un gruppo WhatsApp, messaggi discriminatori e razzisti. Le organizzazioni si sono appellate all’Articolo 12, secondo il quale la Corte può obbligare il Pubblico Ministero a portare un caso in tribunale. 

L’episodio ruota attorno a dei messaggi mandati da cinque agenti di Rotterdam nel 2019. NRC ha pubblicato a giugno il contenuto della chat WhatsApp in questione. Secondo il giornale, gli imputati facevano riferimento a persone etnicamente diverse da loro con insulti quali “persone cancerogene”, o “s*****i africani”, o ancora “immigrati pezzenti”.

Il pubblico ministero aveva già avviato un’indagine, ma aveva concluso che i commenti non erano punibili dalla legge, in quanto inviati su un gruppo WhatsApp privato e non fatti in pubblico.

Le associazioni anti razziste Alt Delete, Radar, Spior, St. Ocan e Concrete Blossom non sono d’accordo. “Noi crediamo che queste azioni siano punibili. Il problema sono le affermazioni stesse. Se si guarda alla legge, il fatto che siano state fatte su un gruppo privato non costituisce un’attenuante,” ha dichiarato il portavoce Jair Schalkwijk a RTL Nieuws.

Schalkwijk ha continuato: “i messaggi sono solo la punta dell’iceberg. Non rappresentano solo il pensiero dei cinque agenti che se li sono scambiati, ma il pensiero di molti altri poliziotti. Dal momento che le forze dell’ordine dovrebbe agire per il bene di tutti, senza discriminazioni, è importante prendere dei provvedimenti a riguardo”.

La polizia di Rotterdam, dall’altra parte, ha dichiarato all’emittente radiofonica, che rispetta il diritto delle associazioni di appellarsi all’Articolo 12. Inoltre, la polizia sta già conducendo un’indagine disciplinare interna contro gli agenti coinvolti.

Tuttavia, secondo RTL Nieuws, i cinque funzionari non sono ancora stati sospesi dal loro incarico.