Stando allindagine sugli alloggi di ING solo il 15% di coloro che si affacciano ora sul mercato immobiliare sono felici del posto in cui vivono, comparato invece ai due terzi dei proprietari di immobili.

La classifica, basata sulla fiducia riposta nel mercato immobiliare, è calata nuovamente a inizio anno in seguito alla mancanza di opzioni per l’acquisto di case, dice ING.

Circa il 23% di coloro che provano ad acquistare una casa lo fanno motivati dagli affitti troppo cari, il 43% per le metrature troppo ridotte delle stanze  e il 39% è spinto dal desiderio di un giardino.

“I potenziali acquirenti non riescono a comprare perchè o non ci sono case o sono troppo costose” dice Wim Flikweert portavoce di ING.

“La situazione li obbliga a vivere o con i genitori o in appartamenti con affitti alti e altri costi che li rendono ulteriormente vulnerabili dal punto di vista finanziario e quindi impossiblitati all’acquisto di una casa”.

Da gennaio, gli acquirenti sono stati in grado di farsi dare in prestito solo il 100% del valore della loro nuova casa, in ribasso rispetto al 101%. Ciò significa che necessitano di più risparmi per coprire i costi di base.