Dal prossimo mese il numero di vagoni utilizzati dalle ferrovie olandesi che nella di numero: a causa della carenza di personale, NS non potrà più garantire lo standard attuale del servizio, dice NOS.

L’orario del 2023, che entrerà in vigore a Dicembre, sarà adeguato gradualmente. Questo significa il 10% in meno rispetto al 2019.

In concreto, vuol dire vetture potenzialmente più affollate e maggior numero di cambi per raggiungere la destinazione più remote.

Il servizio notturno, quindi quello a regime ridotto, non partirà più dalle 23 ma dalle 20:00; nel fine settimana e di sera, intercity e Sprinter correranno ogni mezz’ora invece che ogni 15 minuti.

In breve:

– Intercity ogni mezz’ora su alcune tratte, mentre ora è ogni 15 minuti

– sulla tratta Harlem, Utrecht, Schiphol , Rotterdam continueranno a circolare quattro treni l’ora.

– sulla tratta Eindhoven-Amsterdam correrà un treno ogni dieci minuti dal lunedì al venerdì, al posto di uno ogni 15 minuti

Secondo il direttore di NS, Bert Groenewegen, la carenza di personale richiede una riduzione del servizio per fare in modo di tutelare lo staff attualmente operativo.

Ma la situazione riguarda probabilmente anche le casse del servizio pubblico: le ferrovie olandesi, infatti, lamentano di non essersi riprese ancora dal crollo del numero di passeggeri nel biennio del covid.

Stando a NOS, le perdite nel 2022 sono state ampiamente ammortizzate dai finanziamenti pubblici senza i quali, la società di trasporto ebbe perso 225 milioni di euro. L’anno scorso la perdita era stata di 611 milioni di euro.