NL

NL

Meno passeggeri, gravi perdite per Schiphol.

A causa del numero molto inferiore di passeggeri, il Gruppo Schiphol ha subito una perdita di 158 milioni nella prima metà di quest’anno: ciò è evidente dai dati semestrali della società madre di Schiphol, l’aeroporto di Rotterdam L’Aia, l’aeroporto di Lelystad e l’aeroporto di Eindhoven, di cui il gruppo è solo comproprietario, dice NOS.

Nello stesso periodo dello scorso anno, il Gruppo Schiphol ha registrato una perdita di 246 milioni di euro. Nel 2019, prima della crisi, nel primo semestre è stato realizzato un utile di 133 milioni di euro.

I 5,6 milioni di passeggeri che hanno viaggiato all’aeroporto di Schiphol lo scorso anno marcano un calo del 57% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Nei primi sei mesi del 2019, 34,5 milioni di persone avevano attraversato lo scalo di Amsterdam ma a salvare parzialmente i conti è stato il volume delle merci, superiore di quasi il 28% rispetto al 2020.

Negli aeroporti di Eindhoven (-74,4% e Rotterdam (-79,8%) la diminuzione del numero di passeggeri è ancora maggiore.

“Nel 2021 abbiamo assistito a una ripresa finora, ma meno di quanto ci aspettassimo”, afferma il CEO di Schiphol Dick Benschop. “Grazie alla maggiore copertura vaccinale e alle restrizioni ai viaggi via via meno rigide, siamo moderatamente positivi per il resto dell’anno”.

In termini di numero di passeggeri, l’aeroporto non prevede di tornare ai livelli del 2019 prima del 2024.

SHARE

Altri articoli