The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

BE

Medico denuncia lo stato belga per obbligare i test coronavirus negli aeroporti



Martedì il dottore David Bouillon ha portato lo Stato belga e la regione vallone in tribunale per costringerli a organizzare i test di screening negli aeroporti per limitare la diffusione del coronavirus.

“Stiamo cercando di ottenere un’ingiunzione dal tribunale civile di Bruxelles contro queste due autorità per garantire che tutti i passeggeri di ritorno dalle zone rosse siano controllati immediatamente in aeroporto prima di lasciare la zona di transito”, ha detto alla stampa il consulente legale di Bouillon, Benoit Lemal in una conferenza venerdì.

L’udienza per la deposizione delle memorie avrà luogo lunedì mattina.

Bouillon e la sua associazione medico-sociale Lagardère stanno attualmente effettuando i test rapidi di screening per il coronavirus in diverse città belghe. Nei prossimi giorni saranno effettuati a Plancenoit, a Namur, Liegi, Charleroi e Mons.

“In particolare, ci sono molti lavoratori, dipendenti o lavoratori autonomi, che sono molto felici di fare questo test, i cui risultati sono pronti in pochi minuti, per evitare di contagiare colleghi o clienti”, ha detto Bouillon.

“A febbraio non avevamo ancora questi test. Ma oggi, a luglio, li abbiamo. È fondamentale testare di più per combattere i rischi di contagio ed evitare un nuovo lockdown. Troppe persone sono morte senza dignità”, ha aggiunto.

Bouillon ha intrapreso un’azione legale per garantire che i test rapidi vengano effettuati sistematicamente sulle persone che tornano in Belgio dopo un soggiorno all’estero in una zona rossa, al fine di limitare i rischi di un’ulteriore diffusione del virus.






31mag.nl è un progetto indipendente di giornalismo partecipativo.
Raccontiamo gli esteri da locals, non da corrispondenti o inviati.

Diamo il nostro apporto all’innovazione nei media con news,
reportage e video inediti in italiano. Abbiamo un taglio preciso ma obiettivo.

RECHARGE US!