Ggia / CC BY-SA (https://creativecommons.org/licenses/by-sa/4.0)

Dodici sospetti sono stati arrestati nel corso di un’operazione coordinata dall’Europol e da Eurojust e volta a smantellare un giro di trafficanti di esseri umani, in collaborazione con le autorità olandesi, belghe, francesi e britanniche. Secondo Europol, i sospetti organizzavano l’attraversamento della Manica da parte dei migranti.

L’operazione ha avuto luogo lunedì e martedì e sette sospetti sono stati arrestati in Francia, due nei Paesi Bassi e tre nel Regno Unito. Secondo Europol l’organizzazione criminale si avvaleva di piccole imbarcazioni per la traversata della Manica. La rete, composta in larga parte da cittadini iraniani residenti in diversi Paesi, acquistava gommoni e motori in Germania e nei Paesi Bassi, li portava ai punti di attracco e spiegava ai migranti come arrivare dall’altra parte; al costo di 3mila euro a persona.

La traversata, su barche sovraccariche e in condizioni meteo difficili, attraverso una delle rotte più trafficate del mondo è molto pericolosa, ha sottolineato Europol nel comunicato stampa.