NL

NL

Maxi conflitto di interessi: dirigenti scolastici olandesi lavorano anche per privati e vendono servizi alle loro scuole

Un’inchiesta condotta da NOS e Nieuwsuur ha rivelato che dirigenti e supervisori di almeno trenta consigli scolastici olandesi hanno incarichi retribuiti anche presso aziende private di consulenza educativa. Queste persone, mentre gestiscono scuole con fondi pubblici, insommma, lavorano anche come direttori, consulenti o proprietari di aziende private che forniscono servizi alle stesse scuole.

In dieci casi, le aziende private di consulenza educativa offrono servizi alle scuole con cui i dirigenti sono direttamente coinvolti, senza accordi specifici per evitare conflitti di interesse. questa pratica non è illegale secondo la normativa attuale, ma il Ministero dell’Istruzione e l’Ispettorato dell’Istruzione non possono intervenire. Tuttavia, le associazioni di settore PO-raad e VO-raad sono preoccupate e intendono modificare il loro codice di integrità ‘Buona Governance’.

Freddy Weima, presidente del PO-raad, ha dichiarato che un dirigente o supervisore non può lavorare contemporaneamente per un’azienda di consulenza educativa nella stessa area. Inoltre, alcuni funzionari si sono già dimessi. Il fenomeno è in parte il risultato delle politiche governative di auto-regolazione del mercato libero nell’istruzione, che hanno portato alla creazione di grandi consigli scolastici con autonomie significative nella spesa dei fondi pubblici.

In dieci dei casi esaminati, esistono relazioni commerciali dirette tra i consigli scolastici e le aziende: ad esempio, un dirigente scolastico ha ingaggiato un’azienda turca per test di inglese, con cui aveva anche rapporti commerciali personali. Un altro ha assunto la sua azienda per progetti, aumentando così significativamente il proprio reddito.

SHARE

Noi siamo qui 365 gg (circa), tra le 5 e le 10 volte al giorno, con tutto quello che tocca sapere per vivere meglio in Olanda.

Sostienici, se usi e ti piace il nostro lavoro: per rimanere accessibili a tutti, costiamo solo 30€ l’anno

1. Abbonatevi al costo settimanale di mezzo caffè olandese:

https://steadyhq.com/en/31mag

2. Se non volete abbonarvi o siete, semplicemente, contenti di pagarlo a noi il caffè (e mentre lavoriamo quasi h24, se ne consuma tanto) potete farlo con Paypal:

https://www.31mag.nl/abbonati/

3. Altrimenti, potete effettuare un trasferimento sul nostro conto:

NL34TRIO0788788973

intestato al direttore Massimiliano Sfregola
(causale: recharge 31mag)

Altri articoli