Dal 11 ottobre 2018 al 6 gennaio 2019 il museo Maurithuis espone i dipinti di ventidue maestri olandesi del XVII secolo, opere che provengono da dodici residenze inglesi di campagna e che testimoniano l’enorme popolarità degli artisti della Golden Age nel Regno Unito.

Nel XVIII e XIX secolo in particolare, la nobiltà britannica ha decorato le stanze delle loro case con paesaggi, ritratti e nature morte realizzati dai più antichi famosi maestri come Rembrandt, Aelbert Cuyp, Pieter Saenredam e Jan Steen.

Per questa mostra, la Mauritshuis ha selezionato alcuni dei più bei dipinti olandesi provenienti dalle case gestite dalla National Trust, organizzazione di beneficenza che gestisce monumenti storici e naturali in Inghilterra, Galles e Irlanda del Nord. Fondata nel 1895, la National Trust riunisce oltre duecento country houses, compresi fabbricati, giardini e terreni annessi. Più di 20 milioni di persone visitano le tenute del fondo ogni anno.

L’esibizione è giunta al Mauritshuis partendo dall’Holburne Museum a Bath; tornerà nel Regno Unito alla Petworth House. Il pregio maggiore della mostra consiste nel fatto che una tale selezione di opere non è mai stata esposta al di fuori del Regno Unito.

Un’opera che spicca nell’esposizione è il dipinto largo due metri View of Dordrecht di Aelbert Cuyp (c. 1655, Ascott House, Buckinghamshire) con un bellissimo cielo serale. Dal XVIII secolo i dipinti di Cuyp diventano molto popolari nell’elite inglese e i suoi migliori lavori si trovano quindi ancora in quel paese. Invece nei Paesi Bassi, sono tuttora molto rari. Quest’opera era talmente grande che intorno al 1774 è stata divisa in due e venduta separatamente per poi essere riunita nel 1842.

Durante il corso della sua vita Rembrandt ha dipinto 40 autoritratti ed è dalla Buckland Abbey nella contea di Devon nel Regno Unito che proviene l’autoritratto con basco piumato (1635) in esposizione. Si tratta di un esempio di tronie, un dipinto nel quale è raffigurata una persona con un abbigliamento esotico.

Upton House con la sua famosa collezione di quadri è sede dell’Interior of the Catharinakerk di Utrecht realizzato da Pieter Saenredam del 1660. Questo dipinto è caratterizzato da una pacifica armonia data dagli enormi interni bianchi. Ovviamente non mancano le tele di Jan Steen con raffigurati taverne, cafès e bordelli: nel quadro The Tired Traveler, della collezione Upton House del 1660-61, una donna porge ad un uomo un bicchiere di vino (o c’è forse sotto dell’altro?).

Saranno presenti anche nomi conosciuti come Abraham Bloemaert, Gerard ter Borch, Gerrit van Honthorst, Pieter de Hooch e Gabriel Metsu.