Una proposta di legge presentata da VVD e dal GroenLinks vorrebbe multare le persone che contraggono un matrimonio religioso, in particolare un matrimonio islamico, prima di quello civile. Con regole più strette, le parti sperano di evitare che le donne vengano lasciate senza nulla in caso di divorzio, scrive NOS.

“Non dovremmo creare una sorta di società parallela in cui la legge islamica ha la precedenza sulla legge olandese”, ha detto a NOS il parlamentare VVD Jeroen van Wijngaarden. Secondo la legge olandese, è già possibile multare un leader religioso se sposa una coppia non ancora unita con matrimonio civile. “Eppure alcuni imam ignorano le regole”, ha detto Van Wijngaarden.

Van Wijngaarden e la sua collega di GroenLink Kathalijne Buitenweg vorrebbero estendere la multa per includere anche sposi e testimoni.

Il parlamentare del VVD ha sottolineato che se qualcuno si sposa prima con matrimonio civile, ottiene certamente diverse tutele. Queste tutele possono essere raggirate se una coppia è solo sposata con rito religioso. Ad esempio, la legge stabilisce che i partner devono avere almeno 18 anni e una persona può essere sposata solo con un’altra persona.

Anche VVD, GroenLinks e CDA stanno lavorando a una seconda proposta legislativa che renderà più facile sciogliere i matrimoni religiosi.