Un fisioterapista olandese in Italia è accusato di abusi sessuali. La polizia lo ha arrestato all’inizio della scorsa settimana. Le sue vittime avrebbero 16, 29 e 65 anni. L’uomo si difende sostenendo di aver praticato “massaggi innovativi”, racconta RTL Nieuws.

Secondo i giornali italiani si tratta del sessantatreenne olandese Gerald S., che esercitava la pratica in Sardegna. La polizia ha avviato un’indagine contro l’uomo a febbraio, quando una paziente di 16 anni si è presentata in commissariato con i suoi genitori per raccontare cosa le era successo.

L’uomo di 63 anni si è laureato come fisioterapista nei Paesi Bassi. Sette anni fa ha ottenuto il riconoscimento in Italia, che gli ha permesso di lavorare lì come fisioterapista. Secondo la polizia, le accuse delle pazienti sono fondate.

Per raccogliere prove, la polizia ha installato telecamere nascoste nello studio e messo il telefono sotto controllo. Il metodo messo in atto dal sospetto era molto sofisticato, riferiscono fonti inquirenti alla stampa italiana. Tra l’altro, l’uomo eseguiva esami medici senza averne l’abilitazione.

Avrebbe anche eseguito massaggi senza che le pazienti avessero una diagnosi. “Aveva conquistato la fiducia delle pazienti e ne ha approfittato per eseguire atti sessuali che chiamava “terapie innovative”.

L’olandese è in detenzione in Sardegna da lunedì sera.