L’uso della mascherina in pubblico è diventato obbligatorio per legge in tutta la capitale, dopo che il numero di contagi confermati negli ultimi 7 giorni ha superato la soglia di 50 casi ogni 100.000 abitanti.

La mascherina deve essere ora indossata da chiunque abbia più di 12 anni in tutto il territorio della regione di Bruxelles. Deve essere indossata in qualsiasi luogo pubblico o in un luogo privato accessibile al pubblico, come un negozio.

Sono consentite eccezioni quando si prende parte ad attività fisica intensa – incluso il lavoro o lo sport. Le persone che non possono indossare una mascherina per valide ragioni mediche possono invece indossare uno schermo facciale di plastica.

La polizia dei 19 comuni della capitale è stata incaricata di mettere in pratica il nuovo provvedimento. Tuttavia non sembra che nei giorni scorsi abbiano applicato la nuova misura, visto che i singoli comuni hanno superato la soglia dei 50 casi. Nello scorso fine settimana i comuni di Saint-Josse, Saint-Gilles, Anderlecht e Schaerbeek hanno tutti registrato sopra i 50 casi.

Il governo regionale ignora la situazione a livello comunale, dove Saint-Josse ha un’incidenza di 58 e Saint-Gilles di 54, preferendo invece contare il comune di Watermael-Boitsfort a meno di 20.

Mescolando le cifre dei comuni, il governo regionale ha potuto ignorare il fatto che l’incidenza per i 19 comuni nel periodo dal 2 all’8 agosto compreso ha raggiunto il 54,4 per 100.000 abitanti, superando la soglia per cui è necessario intervenire.