NL

NL

Marocco ai Quarti, sabato Mercatorplein ad Amsterdam sarà area a rischio per la sicurezza

Photo: screenshot Twitter

I dintorni di Mercatorplein, Plein ’40-’45 e parte del Burgemeester de Vlugtlaan sono stati ridesignati sabato come area a rischio per la sicurezza durante la partita della Coppa del mondo Marocco-Portogallo. Ne ha informato AT5 il portavoce della sindaca Femke Halsema. Ciò significa che tutti i presenti possono essere perquisiti dalla polizia, ad esempio per possesso di pesanti fuochi d’artificio.

La decisione del triage (sindaco, polizia e OM) ha a che fare con i disordini avvenuti dopo le ultime tre partite che il Marocco ha giocato ai Mondiali.

Oltre a queste istruzioni, la polizia sarà presente in divisa e in borghese. La polizia di Amsterdam riceverà nuovamente aiuto da unità dall’estero: un cannone ad acqua tedesco, controllato da agenti di polizia tedeschi sara’ presente sul posto. Un portavoce della sindaca Halsema sottolinea che questi agenti sono subordinati all’autorità competente della polizia di Amsterdam.

Ci dovrebbe comunque essere spazio per feste di piazza spontanee sabato, ma con dei limiti. “Non sono consentiti disturbi della quiete pubblica, fuochi d’artificio pesanti e atti di violenza. La polizia interverrà se necessario”.

Nove arresti sono stati effettuati a West durante i disordini di giovedì e dieci persone sono state arrestate in differita martedì. Una persona è stata arrestata per aver lanciato fuochi d’artificio contro un operatore umanitario. La polizia ha annunciato che prenderà misure severe contro i reati commessi martedì sera. “Dovrebbe essere chiaro: la violenza contro gli operatori umanitari e i nostri collaboratori, come i padri e le madri del vicinato, gli operatori giovanili e gli ausiliari del traffico, è inaccettabile”.

La polizia ha posto una serie di sospetti agli arresti domiciliari per sabato: sul totale di dieci persone arrestate, sette hanno obbligo di firma durante la partita Marocco-Portogallo. La polizia parla in termini ufficiali di un codice di condotta imposto dal Pubblico Ministero. La polizia afferma che controllerà attivamente la presenza dei sospetti.

SHARE

Altri articoli