The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

PHOTOGRAPHY

Marocchini olandesi e non messi a confronto nel progetto Mercatorplein

Fino al 1 dicembre Gallery Mercatorplein presenta una mostra fotografica di Ahmet Polat.

Gallery Mercatorplein è un progetto fotografico organizzato ogni anno e dedicato a temi di interesse sociale. Il museo della fotografia Foam e Amsterdam-West district hanno lavorato insieme per anni per allestire diverse mostre al Mercatorplein. Il Foam organizza regolarmente mostre di fotografia al di fuori delle sue mura per invitare il più ampio pubblico possibile al mondo delle foto.

L’edizione 2019 è dedicata all’ultimo progetto di Ahmet Polat, Postcards from Morocco.

Ahmet Polat è un fotografo e filmmaker olandese. Si è affermato come storyteller di riferimento per serie come Dream di Kemal, Dark Moon e A Woman in a Men’s World. Polat vuole costruire ponti tra culture, identità e storia diverse.

Il progetto Postcards from Morocco racconta le storie degli Amsterdammer marocchini e le mette a confronto con le storie di coloro che sono rimasti in Marocco. Quest’anno sono trascorsi 50 anni da quando i Paesi Bassi e il Marocco hanno firmato un trattato di reclutamento, che ha reso ufficialmente possibile la migrazione della manodopera marocchina nei Paesi Bassi. Dopo la firma del trattato del 1969, circa 4000 persone arrivarono nei Paesi Bassi per lavorare. La maggior parte di questi lavoratori proveniva dalla provincia di Nador, mentre il 20% di loro viveva a Casablanca, Marrakech e Rabat prima di partire per l’Olanda.

Ahmet Polat ha avviato il progetto Postcards from Morocco per far luce sul grande impatto del trattato sulle società e le culture di entrambi i paesi.

“Postcards from Morocco” è stata realizzata ad Amsterdam e in Marocco, in collaborazione con Shelley Lashley e Studio Polat. La migrazione è un tema importante e ricorrente per Amsterdam, che influenza la stratificazione e la complessità della città. Mentre la capitale accoglie già una nuova generazione di migranti, un gruppo immigrato già da tempo chiede attenzione e cerca ancora il suo posto nella memoria collettiva della città. Ahmet Polat vuole  condividere e discutere queste domande in collaborazione con Foam per  facilitare gradualmente la coesione sociale.