The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

NL

Mark Rutte: si a fondo UE per spese sanitarie ma no ad eurobonds e MES. NL pronta a stanziare un miliardo di euro

Photo: Monika Flueckiger/World Economic Forum via Wikimedia Commons

Cambio di marcia per il governo olandese: dopo le polemiche dei giorni passati, il premier Rutte ha proposto al parlamento di istituire un fondo di emergenza UE per coprire i costi sanitari immediati associati all’epidemia di coronavirus e, secondo AD, è pronta a contribuire con circa 1 miliardo di euro.



Il fondo, ha affermato il primo ministro durante il dibattito in parlamento di mercoledì, sarrebbe finanziato dai contributi degli Stati membri e sarebbe “un dono” e non un prestito. Secondo Rutte, l’Olanda è solidale con i paesi duramente colpiti e questo intervento dovrebbe servire ad attutire l’impatto devastante della crisi. “Vogliamo aiutare quei paesi. ”

L’uscita è stata accompagnata dall’ennesimo no agli eurobonds e al Fondo Salvastati, considerati in violazione delle norme UE. Questa posizione, cerca di smussare i toni, dopo la valanga di polemiche piovute dai governi del sud all’indirizzo dell’Olanda, considerata “egoista” .



Rutte spera di chiarirsi in una conference call con il Primo Ministro Giuseppe Conte  e con il premier spagnolo Pedro Sánchez. Spera anche di discutere del disaccordo sugli Eurobond. “Finché rimane sul tavolo, vengono bloccate altre soluzioni”, ha detto Rutte.