Photo: screenshot mappa ECDC

Con la situazione dei contagi basata sui dati attualmente disponibili e i parametri europei, Bruxelles è ora in rosso, mentre le Fiandre e la Vallonia rimangono in arancione, dice RTBF basandosi su suoi calcoli. Nella maggior parte dei paesi, tuttavia, ciò non cambierà le condizioni di ingresso per i residenti di Bruxelles, da verificare sul sito degli Affari esteri.

Quello che cambia, invece, gli obblighi per chi torna in Belgio da alcune zone che da questa settimana hanno “cambiato colore” e si tratta, in quasi tutti i casi, di zone molto turistiche: Corsica, Irlanda e alcune zone della Grecia. Per chi torna dalle vacanze da queste zone è prevista la quarantena.

Se hanno il certificato digitale europeo Covid che attesti una vaccinazione completa di almeno due settimane, un certificato di guarigione che indichi che si è contratto  recentemente il Covid19; o un test PCR negativo eseguito entro 72 ore.

Per altri, un test PCR deve essere eseguito prima o immediatamente dopo il ritorno in Belgio (entro due giorni al massimo).

Altre regioni diventano arancioni: è il caso di gran parte della Francia, del Lazio, della Sicilia e della Sardegna. Ma i ritorni da queste regioni non richiedono la quarantena.