“Dopo essermi laureato in ecologia, volevo affrontare un periodo all’ estero, visto che avevo del tempo libero. Ho pensato all’ Olanda perchè l’Inghilterra costava troppo. Volevo migliorare l’inglese, che conoscevo a livello scolastico… Ovvero non conoscevo… Però con l’accento british non avrei capito nulla.

Ero già venuto nei Paesi Bassi in precedenza, ho trascorso tre giorni ad Amsterdam e tre a Utrecht.

Alla fine ho scelto Utrecht e dopo otto giorni ho trovato lavoro come cameriere in un ristorante italiano”.

Mi hanno detto che sei uscito vincitore da un programma televisivo in Italia, portandoti a casa un bel montepremi… In teoria potresti goderti questa esperienza senza lavorare, non credi?

Confermo: nel 2013 ho partecipato ad Avanti un altro con Bonolis ed ho vinto una buona cifra…Sono però uno che ha iniziato a lavorare a 15 anni… Senza fare nulla non sarei io. Ho lavorato come gelataio, edicolante, consulente fiscale… Ho fatto diversi lavori mentre stavo studiando.

Con questa esperienza come cameriere ho conosciuto molte persone e mi sono fatto diversi amici… Non olandesi però.  Ho solo una collega che considero amica. Non ho nulla contro gli olandesi, è che mi sembrano un po’ distanti quando si cerca di approcciarli“.

Ti occupi di Ecologia e ti trovi in uan nazione dove gli alberi sono stati ripiantati per la maggior parte in secoli recenti, i terreni non sono più fertili se non grazie all’ uso diffuso di concimi artificiali, l’allevamento di bovini e suini è intensivo e tutti questi fattori creano non pochi problemi all’ambiente. Hai qualcosa da dire in merito?

Rispetto all’ Italia, con la sua varietà di fauna ed ecosistemi, i Paesi Bassi non hanno nulla. Però noi non è che siamo messi meglio: ci sono troppe aree naturali devastate e non tutelate.

In questo campo, qui hanno molti più mezzi per la ricerca: sono stato in visita all’Università di Wageningen ed hanno delle ottime strutture…Quello che manca loro è la materia prima per lavorare in campo ecologico…

[envira-gallery id="17482"]

Per iscriverti alla fanpage su Facebook di Genti d’Olanda clicca QUI!