Secondo quanto affermato dal governo, due soldati olandesi impegnati in una missione di peacekeeping in Mali, hanno perso la vita lo scorso mercoledi. Nello specifico le vittime sono state colpite da proiettili durante alcune esercitazioni di tiro al bersaglio. Stando alle parole del Ministro della Difesa Jeanine Hennis-Plasschaert” un soldato di soli 23 anni è stato seriamente ferito e trasferito immediatamente presso l’ospedale militare nella città di Kidal; le sue condizioni non sono state rese note. Le tre vittime fanno parte dell’Infantry Battalion 13 e, dice il ministro, “hanno pagato a caro prezzo il loro incarico in qualità di difensori di un mondo più sicuro”. Intanto le indagini sono state avviate.