E’ morto il ragazzo olandese di 13 anni scomparso mercoledì durante una lezione di immersione in Malaysia sia, confermano a NOS le autorità malesi.

Il padre, un uomo britannico di 46 anni, è stato soccorso oggi dopo che i pescatori lo avevano visto andare alla deriva con un altro subacqueo scomparso – una giovane francese di 18 anni – a circa 80 miglia da dove erano stati visti l’ultima volta.

Il padre ha detto che suo figlio era diventato troppo debole e non è riuscito a proseguire. Il corpo del ragazzo non è stato ancora trovato: le autorità indonesiane si stanno occupando della ricerca del ragazzo dalla Malaysia, perché molto probabilmente il corpo non sta più galleggiando nelle acque malesi.

Lo skipper della barca da cui erano partiti i subacquei è risultato positivo ai test antidroga: l’uomo è attualmente in carcere mentre prosegue l’indagine.