The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

Malasanità, Slotervaartziekenhuis “fabbrica” dell’eroina

A lucrare sulla produzione di droga la Di-actetylM BV, società presieduta da uno dei dirigenti dell'ospedale



L’ospedale Slotervaart, ad Amsterdam, ha fatturato milioni di euro producendo e vendendo eroina sotto licenza del Ministero della Sanità. La droga, prodotta da una società sussidiaria dell’ospedale, la “fabbrica dell’eroina” Di-actetylM BV, sarebbe stata somministrata a tossidipendenti (750, secondo fonti di NRC) sotto la supervisione di assistenti sociali.

Nulla di illecito, dato che l’Olanda è uno dei pochi paesi al mondo nei quali la somministrazione controllata è consentita. Ma i margini di profitto, secondo quanto scoperto da un gruppo di giornalisti olandesi e pubblicato nel libro “De kraak van het Slotervaartziekenhuis”, erano troppo alti; vicini al 30%: il Ministero della Salute versava alla struttura 3 milioni di euro l’anno, dei quali 1 000 000 risultava di puro profitto. Nonostante una riduzione delle tariffe del 22% a seguito di un interessamento da parte del governo, poi, ancora nel 2013 e nel 2014 i guadagni si aggiravano attorno ai sei zeri.

Tanti soldi, insomma, che costituivano quasi un quarto dei guadagni dell’ospedale senza però figurare a bilancio; e che, secondo i giornalisti, sarebbero finiti anche nelle tasche degli azionisti. Una pratica di fatto non consentita nei Paesi Bassi, dato che per il Ministero i proventi dello “spaccio” dovevano essere re-investiti in attività di ricerca.

A lucrare sulla produzione e somministrazione di eroina proprio la Di-actetylM BV, diretta dal farmacista Jos Beijnen, membro per anni del consiglio di amministrazione dell’ospedale. Secondo il governo il pagamento dei dividendi è stato tuttavia bloccato nel 2013, quando il complesso ospedaliero Slotervaart, a rischio bancarotta, è stato acquisito dal colosso MC Groep, famoso nel settore per aver fatto man bassa, nel corso degli ultimi anni, di cliniche e ospedali in rosso.






31mag.nl è un progetto indipendente di giornalismo partecipativo.
Raccontiamo gli esteri da locals, non da corrispondenti o inviati.

Diamo il nostro apporto all’innovazione nei media con news,
reportage e video inediti in italiano. Abbiamo un taglio preciso ma obiettivo.

RECHARGE US!