A partire dal 26 giugno, la Fondazione di Istanbul per la Cultura e le Arti (İKSV) si unirà all’Ambasciata olandese ad Ankara e al Consolato generale dei Paesi Bassi a Istanbul per una conferenza di due giorni.

L’evento si chiama Making Connections through Arts and Culture e includerà 40 relatori, moderatori e commentatori dalla Turchia e dai Paesi Bassi. Città sostenibili, patrimonio culturali, festival e gestione. Questi e molti altri i temi di cui si discuterà.

L’inaugurazione della conferenza vedrà come protagonisti alcuni profili molto noti nel contesto nazionale e internazionale. Prima di tutto, l’ambasciatore dei Paesi Bassi ad Ankara Marjanne de Kwaasteniet. Seguiranno Quirine van der Hoeven, addetta culturale del Consolato Generale dei Paesi Bassi a Istanbul e Görgün Taner, direttore generale di İKSV. Yekta Kopan, scrittore e programmatore televisivo sarà il moderatore.

Making Connections through Arts and Culture prevede sette diverse sessioni, in cui relatori, moderatori e commentatori dei Paesi Bassi e di Istanbul si confronteranno su temi attuali.

Per fare un esempio? La prima sessione, Città Sostenibili, si propone di indagare il ruolo della cultura nell’ambito della green energy. City Festivals discuterà invece degli effetti dei festival sullo spazio urbano. In entrambi casi, la discussione si articolerà intorno ad esempi pratici e modelli di ispirazione.

Seguiranno le sessioni relative alla Memoria Collettiva, al Patrimonio Culturale e Learning Through Art.

La conferenza sarà visibile tramite diretta streaming su Facebook, in modo tale da coinvolgere un pubblico più esteso.