NL

NL

L’UvA chiude al dialogo con i pro-Palestina: parleremo solo con nostri studenti e staff

L’Università di Amsterdam (UvA) ha deciso di non dialogare più con gli attivisti dopo gli scontri di ieri all’università. Lo afferma Geert ten Dam, presidente del consiglio di amministrazione dell’UvA, al programma NOS Radio 1 Journaal.

“Continueremo i colloqui, ma lo faremo con il nostro personale e all’interno della nostra struttura di consultazione abituale”, spiega Ten Dam. “Non parleremo più con gli attivisti e non ci siederemo più al tavolo con persone a volto coperto. Lo abbiamo fatto solo la settimana scorsa in un estremo tentativo di de-escalation.”

L’Università sostiene che gli scontri di ieri siano stati architettati da persone esterne all’ateneo. “Questo è inaudito, scioccante e assolutamente inaccettabile”, commenta Ten Dam incredula. “La cosa peggiore è stata, oltre ai danni, la fuga precipitosa dei dipendenti. È terribile.” Descrive come i dipendenti siano fuggiti in preda al panico.

Il rettore sostiene che le persone a volto coperto che hanno fatto irruzione nell’edificio sono arrivate fino al sesto piano, dove ha sede l’amministrazione dell’UvA. “Non possiamo ignorare il fatto che fosse diretto a noi”, ammette Ten Dam. Spiega che l’amministrazione non era presente, “ma altrimenti anche noi saremmo fuggiti”.

In seguito ai disordini di lunedì, l’UvA ha deciso di chiudere quasi tutti gli edifici martedì e mercoledì. Ten Dam discuterà oggi su come procedere. “Al momento non possiamo garantire la sicurezza dei nostri studenti e dipendenti.”

 

SHARE

Noi siamo qui 365 gg (circa), tra le 5 e le 10 volte al giorno, con tutto quello che tocca sapere per vivere meglio in Olanda.

Sostienici, se usi e ti piace il nostro lavoro: per rimanere accessibili a tutti, costiamo solo 30€ l’anno

1. Abbonatevi al costo settimanale di mezzo caffè olandese:

https://steadyhq.com/en/31mag

2. Se non volete abbonarvi o siete, semplicemente, contenti di pagarlo a noi il caffè (e mentre lavoriamo quasi h24, se ne consuma tanto) potete farlo con Paypal:

https://www.31mag.nl/abbonati/

3. Altrimenti, potete effettuare un trasferimento sul nostro conto:

NL34TRIO0788788973

intestato al direttore Massimiliano Sfregola
(causale: recharge 31mag)

Altri articoli