The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

CULTURE

L’UE chiede alle piattaforme online di non trasmettere in HD

In risposta all’aumento di flussi online dovuti alla diffusione del coronavirus e alla seguente richiesta di stare a casa rivolta alla popolazione, l’Unione Europea ha chiesto alle piattaforme di streaming di evitare il sovraccarico della rete, impedendo così l’accesso all’alta definizione. 

Molte persone, chiuse in casa, stanno infatti passando il tempo guardando video in streaming. Alcuni esempi: Telecom Italia ha riportato che nel primo weekend di quarantena ha avuto un aumento di utilizzo di internet del 75%. Allo stesso modo, secondo la CNN, Facebook e Whatsapp hanno visto un raddoppio del loro traffico.

L’iniziativa, inizialmente rivolta a Netflix e promossa da Thierry Breton, commissario europeo per il mercato interno, è stata accettata anche da Amazon, che possiede la piattaforma Prime Video, da Facebook, Instagram e pure da Apple.

Per esempio, per allentare la sollecitazione della banda Amazon sta riducendo i bit rates con i quali vengono trasmessi i programmi in streaming in Europa, riporta Variety.

Un portavoce di Netflix ha invece dichiarato che “queste precauzioni ridurranno il traffico del 25% sui network europei, ma assicureranno allo stesso tempo una buona qualità del servizio”.

Breton, riporta Complex, ha manifestato che “apprezza la risposta ottenuta da Reed Hastings, CEO di Netflix, e dalla sua azienda per preservare il funzionamento della rete internet durante la crisi COVID-19. Entrambi, servizi di streaming e utenti hanno infatti il dovere di evitare un sovraccarico nella rete durante questo periodo”.

Il divieto per la visione in HD dei programmi rimarrà in vigore per 30 giorni in Europa al fine di evitare un eccessivo sollecitamento della rete internet europea. 

Tuttavia, dice Variety, non è chiaro se sarà possibile per gli utenti bypassare le imposizioni delle aziende. Inoltre, per ora le restrizioni sono rivolte solo al continente europeo.