I Paesi Bassi sono rientrati in una lista dei primi cinque paesi più competitivi al mondo dopo un’assenza di 15 anni.

La scuola commerciale svizzera IMD, che compila l’Annuario della Competitività mondiale dal 1989, ha dichiarato che il Paese è salito di cinque posizioni dall’ottavo posto nel 2016, secondo Financieele Dagblad .

La posizione più elevata è dovuta alla forte economia e all’efficienza del governo olandese, ha dichiarato l’economista dell’IMD José Caballero alla presentazione del rapporto del 2017 Mercoledì sera.

Cabellero ha citato le attività commerciali nazionali, l’aumento della produttività e soprattutto degli investimenti come motivi principali per la migliore posizione dei Paesi Bassi di quest’anno. Si è parlato inoltre di flessibilità sociale, d’istruzione e delle competenze dei dipendenti che hanno fatto dei Paesi Bassi il paese più preparato per l’assimilazione di risorse dall’estero.

I Paesi Bassi sono scesi dall’elenco dei cinque paesi più competitivi tra il 2003 e il 2016 a causa dell’instabilità politica, seguita agli omicidi del politico Pim Fortuyn e del regista Theo van Gogh.