NL

NL

L’Olanda non vuole la Bulgaria dentro Schengen? Allora niente CEO di Frontex (agenzia UE controllo frontiere)

Photo: Noborder Network Source: Flickr License CC 4.0

La continua resistenza dei Paesi Bassi a lasciare che la Bulgaria e la Romania aderiscano alla zona Schengen potrebbe costargli una posizione di vertice nell’Unione europea – dice l’amministratore delegato di Frontex, l’istituzione europea per il controllo delle frontiere, dice AD.

Contro il  generale Hans Leijtens, attualmente comandante della Koninklijke Marechaussee, candidato per la posizione di Frontex, ci sarebbe molta resistenza per la posizione del paese nella questione dell’ammissione della Bulgaria e della Romania nell’area.

Nonostante i Paesi Bassi siano l’unico paese che ancora spinge contro l’adesione della Bulgaria e della Romania alla zona Schengen, la Commissione europea ha stabilito che entrambi i paesi soddisfano le condizioni per l’adesione e i membri bulgari del Parlamento europeo hanno esortato il primo ministro Mark Rutte a cambiare tono. Ma finora, senza successo.

I deputati bulgari hanno esortato i Paesi Bassi a lasciare la politica domestica fuori dalla decisione Schengen in una loro lettera a Rutte all’inizio di questo mese.

L’ammissione di un paese nell’area Schengen richiede il sostegno unanime di tutti i suoi attuali membri.

SHARE

Altri articoli