Istruzione, l’Olanda introduce la “seconda lingua” dalle elementari

Solo metà dei bambini che frequentano una scuola elementare in Olanda sono esposti a una seconda lingua, mentre in Europa l’82% dei giovani scolari impara almeno una lingua straniera (solitamente l’inglese) e un milione impara due lingue.

Un “gap”, quello olandese, che allinea i Paesi Bassi a Portogallo, Belgio e Slovenia, unici Paesi con meno allievi bilingue dell’Olanda.

Da quest’anno il parlamento ha introdotto “l’opzione lingua” per le scuole: la possibilità, su base del tutto volontaria, di tenere il 15% delle lezioni in inglese, francese o tedesco. Tutte lingue che la ministra dell’Educazione Sander Dekker ha definito fondamentali per il Paese in termini di competitività.

Ad oggi, una ventina di basisscholen ha dato vita a corsi sperimentali bilingue.

SHARE

Noi siamo qui 365 gg (circa), tra le 5 e le 10 volte al giorno, con tutto quello che tocca sapere per vivere meglio in Olanda.

Sostienici, se usi e ti piace il nostro lavoro: per rimanere accessibili a tutti, costiamo solo 30€ l’anno

1. Abbonatevi al costo settimanale di mezzo caffè olandese:

https://steadyhq.com/en/31mag

2. Se non volete abbonarvi o siete, semplicemente, contenti di pagarlo a noi il caffè (e mentre lavoriamo quasi h24, se ne consuma tanto) potete farlo con Paypal:

https://www.31mag.nl/abbonati/

3. Altrimenti, potete effettuare un trasferimento sul nostro conto:

NL34TRIO0788788973

intestato al direttore Massimiliano Sfregola
(causale: recharge 31mag)

Altri articoli