120px-Willem-Alexander,_Maxima_and_their_daughters_2013

Credit Pic : King_Willem-Alexander,_Queen_Maxima_and_their_daughters_2013.jpg: Source : Wikimedia Commons Licence : Creative Commons Attribution 2.0 Generic

Salito al trono nell’aprile 2013, il primo sovrano maschio dei Paesi Bassi da oltre un secolo non ha mancato l’appuntamento natalizio. Trasmesso per la prima volta anche da due canali commerciali, RTL4 e SBS6, il discorso alla nazione di Guglielmo Alessandro è entrato nelle case olandesi il 25 dicembre poco dopo mezzogiorno. Ripreso in una stanza della residenza reale di Wassenaar, il re ha ricordato, innanzitutto, le vittime del tragico incidente di luglio dell’aereo MH17 in cui hanno perso la vita quasi trecento persone. Il sovrano ha poi continuato, insistendo sul carattere plurale della nazione olandese, sul legame inscindibile di unità e diversità e sulla necessità di sentimenti e valori condivisi. “L’Olanda è qualcosa di più di 17 milioni di individui. Abbiamo bisogno uno dell’altro” Ha detto il re e per concludere, nel centenario dello scoppio della Prima Guerra Mondiale, non sono mancati accenni ai momenti di unione, pace e condivisione della storia, in particolare alla tregua tra tedeschi e francesi nella notte di Natale nelle trincee di un secolo fa.

A seguire il discorso del re, meno telespettatori dell’anno scorso, nonostante la diretta su più canali televisivi: 1.9 milioni contro i 2.3 milioni del suo primo messaggio natalizio.