The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

INTERNATIONAL

L’Olanda contro l’Iran: Teheran è responsabile di due omicidi politici nei Paesi Bassi

Due oppositori del regime, di base nei Paesi Bassi, sono stati assassinati tra il 2015 e il 2018

Il servizio di sicurezza olandese AIVD sostiene di avere prove che l’Iran sarebbe dietro l’omicidio di due cittadini olandesi di origine iraniana, ha detto ieri il ministro degli esteri Stef Blok al parlamento.

L’uccisione di due oppositori del regime iraniano, uno ad Almere nel 2015 e l’altro a L’Aia nel 2017, “viola la sovranità dei Paesi Bassi”, ha dichiarato Blok nel suo briefing.

Le indagini dell’AIVD, finora riservate, hanno portato lo scorso anno i Paesi Bassi ad espellere due membri del personale dell’ambasciata iraniana

Quello del governo olandese è stato un atto di ritorsione: non esistono al momento prove dirette del coinvolgimento di singoli funzionari in servizio a Den Haag ma le autorità dei Paesi Bassi, ha spiegato il ministro alla camera, ha voluto inviare un segnale forte.

La dichiarazione di Blok coincide con una decisione dell’UE di introdurre nuove e mirate sanzioni contro l’Iran in risposta a omicidi a sfondo politico a Parigi, in Danimarca e in Olanda. Le sanzioni prevedono l’espulsione di alcuni soggetti e il congelamento dei loro assets.

L’elettricista Mohammad Samadi, che lavorava come elettricista sotto falso nome ad Almere, sarebbe stato responsabile di un attentato dinamitardo al quartier generale del Partito repubblicano islamico a Teheran nel 1981, in cui morirono 73 persone.

È stato assassinato nel 2015 ma il collegamento tra il suo nome nei Paesi Bassi – Ali Motamed – e Samadi è avvenuto solo l’anno scorso.

Il leader dell’opposizione iraniana Ahmad Nissi è stato ucciso a colpi d’arma da fuoco a L’Aia nel 2017. Il suo gruppo ASMLA sta conducendo una campagna per l’indipendenza della provincia orientale di Ahwaz (Khuzistan) in Iran ed è classificato come organizzazione terrorista dall’Iran


31mag.nl è un progetto indipendente di giornalismo partecipativo.
Raccontiamo gli esteri da locals, non da corrispondenti o inviati.

Diamo il nostro apporto all’innovazione nei media con news, reportage e video inediti in italiano.
Abbiamo un taglio preciso ma obiettivo.

Recharge us!