La cattura  e lo stoccaggio di anidride carbonica sotto il letto del Mare del Nord, noto anche come progetto Porthos, può avere conseguenze negative per la qualità dell’aria e per le riserve naturali e le specie protette nell’area portuale di Rotterdam. È quanto scrive il Comitato per la valutazione dell’impatto ambientale in un rapporto presentato al ministero degli Affari economici, dice Rijnmond.

Gli effetti dell’operazione, stando al comitato, non sarebbero immediatamente chiari: ad esempio, non ci sarebbe un serio impatto ambientale e non è chiaro come verrebbero trattati i dati raccolti sulle criticità del progetto

La cattura, il trasporto e lo stoccaggio di CO2 da parte delle aziende nell’area portuale di Rotterdam ha conseguenze anche sulla qualità dell’aria: il sistema richiede molta energia e porta, ad esempio, ad emissioni nocive, dice il rapporto. Porthos, insomma, non è detto contribuisca davvero alla qualità dell’aria.

Il piano prevederebbe la cattura e l’immissione dei gas nocivi in serbatoi di gas sul fondo del Mare del Nord. Il comitato ha chiesto alle parti coinvolte nel progetto di fornire ulteriori informazioni che potrebbero aprire le porte ad una licenza.