Lo stigma sulla vulva sarà il passato entro il 2024, dice un’associazione di Amsterdam

OT301, il celebre club e spazio per eventi di Amsterdam ha festeggiato la vulva insieme ai suoi invitati al festival del 25 Maggio scorso. Come si può intuire dal titolo, il festival di impronta femminista aveva come obiettivo  la celebrazione del proprio corpo, l’inclusione e la diversità di genere.

Indipendentemente dall’evento, il Vulva art market così chiamato dai fondatori, è uno spazio libero per artisti che si ripromette di celebrare la bellezza e la diversità tramite lavori che eliminano i taboo imposti dalla società patriarcale. bold, provocative and revolutionary and paves the way towards a future of gender equality and acceptance.”

Viva La Vulva è che una delle tante voci mirate ad accendere discussioni provocatorie e rivoluzionarie che guardino ad un futuro di uguaglianza di genere.

SHARE

Noi siamo qui 365 gg (circa), tra le 5 e le 10 volte al giorno, con tutto quello che tocca sapere per vivere meglio in Olanda.

Sostienici, se usi e ti piace il nostro lavoro: per rimanere accessibili a tutti, costiamo solo 30€ l’anno

1. Abbonatevi al costo settimanale di mezzo caffè olandese:

https://steadyhq.com/en/31mag

2. Se non volete abbonarvi o siete, semplicemente, contenti di pagarlo a noi il caffè (e mentre lavoriamo quasi h24, se ne consuma tanto) potete farlo con Paypal:

https://www.31mag.nl/abbonati/

3. Altrimenti, potete effettuare un trasferimento sul nostro conto:

NL34TRIO0788788973

intestato al direttore Massimiliano Sfregola
(causale: recharge 31mag)

Altri articoli