Scrivere non è mai un’operazione semplice. Anche se si conosce la materia trattata, perché fa parte del proprio vissuto, organizzare pensieri e idee in maniera chiara e semplice per qualcun altro può diventare molto faticoso. Lo è ancora di più se invece non si conosce perfettamente quello di cui si vorrà scrivere. Per questo è necessario viaggiare e documentarsi il più possibile. Questa è la scelta di Dato Turashvili. Lo scrittore georgiano sarà ospite in Olanda presso l’istituto olandese di studi avanzati (NIAS) ad Amsterdam per un semestre. La residenza collabora con la Fondazione olandese per la letteratura e mira a stimolare gli scambi le arti e le scienze.

Dato Turashvili è nato nel 1966. Oltre ad aver scritto romanzi, si è dedicato alla creazione di opere teatrali e sceneggiature cinematografiche. Durante gli anni ’80 ha guidato dei movimenti di protesta contro l’Unione sovietica. Da quel periodo ha pubblicato 17 libri. Tra quelli più celebri vi è The Flight from the USSR (2008) che racconta la storia di 9 georgiani che nel 1983 hanno dirottato un aereo dalla capitale Tbilisi per cercare di fuggire in Turchia. Il romanzo è stato anche tradotto in olandese, col titolo Weg uit de USSR ottenendo molto successo. Lo scrittore georgiano sarà ospite in Olanda per lavorare al suo nuovo romanzo.

Da febbraio di questo mese, infatti, si dedicherà alla stesura del suo nuovo lavoro che coinvolge l’Olanda e la Georgia. La storia si inserisce tra il 1918 e il 1921, anni in cui la Georgia ottenne una breve indipendenza dall’Unione Sovietica. Il romanzo esplora il coinvolgimento dell’Olanda durante questo periodo. Il protagonista è un uomo olandese che diventa parte integrante del movimento indipendentista. Inoltre, sarà anche pubblicata la seconda traduzione in olandese Another Amsterdam. Il libro racconta dell’esperienza del nonno dello scrittore intento a combattere i nazisti durante la seconda guerra mondiale.

Credit Pic: George Mel Source: Wikimedia Licence: Creative Commons Attribution-Share Alike 3.0 Unported