The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

ART

Liverpool, le stampe di Rembrandt in mostra alla Lady Lever Art Gallery

Rembrandt coinvolge gli spettatori in un viaggio artistico tra autoritratti, scene familiari, richiami biblici e paesaggi suggestivi



Questa mostra sarà visitabile fino al 15 settembre 2019 alla Lady Lever Art Gallery di Liverpool. Al centro, le stampe di Rembrandt: ben 50 incisioni dell’artista di fama mondiale, realizzate con estrema raffinatezza.

In prestito dalla collezione dell’Ashmolean Museum, la galleria ospita disegni mai esposti al pubblico, raccolti appositamente con l’intento di celebrare il 350° anniversario della morte di Rembrandt.

Commentando l’esposizione, il curatore della galleria d’arte del National Museum di Liverpool, Xanthe Brooke, lascia trapelare un certo entusiasmo: “Questa è una collezione esemplare, e siamo orgogliosi che venga esposta per la prima volta alla Lady Lever Art Gallery“.

Rembrandt Harmensz van Rijn (1606-1669) non è solo il più grande pittore della secolo d’oro olandese, ma può essere considerato come uno dei più innovativi stampatori del XVII secolo. Come una sorta di “storyteller“, Rembrandt coinvolge gli spettatori in un viaggio artistico tra autoritratti, scene familiari, richiami biblici e paesaggi suggestivi.

Un’esposizione sorprendentemente ricca, che rivoluziona il modo di guardare del pittore olandese. Tra tutti, va sottolineata la presenza del primo autoritratto di Rembrandt, risalente al 1630, a cui si aggiunge The Shell, unica stampa di una natura morta. Non vanno dimenticate le opere iconiche di The Three Trees (1643) e The Windmill (1641), ma soprattutto Christ Presented to the People (Ecce Homo) (1655), considerata l’apice della stampa di Rembrandt.

Arte, vita personale e storia si intrecciano in questa esposizione. È interessante ricordare, ad esempio, le connessioni tra la stampa di Rembrandt e lo sviluppo dei commerci olandesi.

Sembra, infatti, che per uno dei più antichi disegni, sia stata utilizzata una rara carta giapponese. Il pittore l’avrebbe acquistata tramite la Compagnia Olandese delle Indie Orientali, che aveva accesso esclusivo al Giappone attraverso il porto di Nagasaki.

“Le sue stampe spaziano da rapidi schizzi a composizioni più pittoriche e con tratti marcati”. Ad un primo sguardo le opere appaiono molto diverse le una dalle altre. Tuttavia, sono unite dal filo sottile del talento artistico di Rembrandt, il quale diviene un perfetto narratore con acute capacità di osservazione. I suoi soggetti sono intrisi di dramma e proprio questo aspetto impreziosisce lo sguardo sul paesaggio olandese.






31mag.nl è un progetto indipendente di giornalismo partecipativo.
Raccontiamo gli esteri da locals, non da corrispondenti o inviati.

Diamo il nostro apporto all’innovazione nei media con news,
reportage e video inediti in italiano. Abbiamo un taglio preciso ma obiettivo.

RECHARGE US!