Il rischio di un attentato  nei Paesi Bassi rimane ‘sostanziale’, secondo il livello di classificazione dei servizi segreti possibile ma non imminente. Lo ha sostenuto il servizio di intelligence NCTV venerdi.

Il ministero della difesa non alzerà l’allerta, quindi, nonostante attacchi e attentati in Europa nel corso degli ultimi mesi. Il livello di pericolo rimane alto ma la sua classificazione da parte delle autorità è immutata da anni.

Secondo il rapporto dei servizi segreti, i jihadisti olandesi non danno segnali di voler passare all’azione ma la situzione, soprattutto ora che lo Stato islamico perde terreno, potrebbe mutare se alcuni di loro torneranno nei Paesi Bassi dal fronte.

Lo scorso anno, sarebbero stati 5 i rientri di radicalizzati mentre quest’anno appena 1. In totale sono 50 i gli estremisti rientrati da Siria ed Iraq ma la maggior parte è tornata da diversi anni. Quelli considerati pericolosi sono tenuti sotto controllo.

Sarebbero 190 gli olandesi attualmente nei territori controllati da Daesh, 45 quelli deceduti negli scontri.