Ogni anno tra i 10 mila e i 15 mila olandesi muoiono per gli effetti dell’inquinamento atmosferico e acustico. I rischi per la salute sono particolarmente elevati nei dintorni di Schiphol e Amsterdam, ma non sono paragonabili a quelli del Randstad. Secondo RTL Niews, infatti, i residenti del Randstad hanno il triplo delle probabilità di contrarre malattie cardiovascolari o gravi malattie polmonari rispetto ai residenti di Drenthe, Groningen o delle isole.

“Si tratta di un problema enorme, che riguarda migliaia di persone. Il Randstad è una delle aree più inquinate d’Europa, ed è più probabile morire di inquinamento che in un incidente stradale. Eppure le persone vivono una sopra l’altra”, dichiara Onno van Schayck, professore di medicina preventiva all’Università di Maastricht.

Secondo Van Schayck, se si guardasse all’impatto dell’ambiente sulla salute, non si dovrebbe vivere in una città. “Non raccomanderei certo di non vivere ad Amsterdam. Amsterdam è una città fantastica ma, come altri luoghi fortemente inquinati, certamente non un posto sano. ” Il professore consiglia quindi di trasferirsi in campagna visto che, soprattutto per le persone affette da asma, lo spostamento può avere effetti benefici sulla salute. “Se avete un bambino con asma, spostatevi il prima possibile a Overijssel, Groningen o su un’isola” aggiunge.

Secondo il professor Lex Burdorf dell’Erasmus MC, che ha studiato l’influenza dei fattori ambientali sulla salute, anche vivere a Schiphol potrebbe essere nocivo. “Il traffico aereo dovrebbe diventare un argomento di discussione. In particolare, dovremmo capire come ridurre il suo impatto sulla salute”.