The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

CULTURE

L’inno di Groningen ha compiuto 100 anni: a chi interessa?

Il Grunnens Laid è un inno provinciale scritto ufficialmente nel dialetto Gronings della lingua olandese. Il suo centenario è stato celebrato sabato scorso in più di 100 località della provincia.



Intorno alle 17:00 di un sabato alla fine di settembre la gente nei villaggi e nelle città della provincia di Groningen, nelle chiese e nei musei, nei siti naturali e nei festival musicali si sono riuniti per cantare l’inno che dura 5 minuti. Una delle località, la tenuta di Nienoord a Leek, ha ospitato i suoi abitanti, funzionari e persino una coppia di sposi per ricordare la bellezza della zona:

‘From the Lauwers Sea to the Dollart,

From Drenthe to the Wadden Sea,

A wondrous land grows and flourishes

Around a wondrous city…’

Perché gli internazionali dovrebbero conoscere l’inno? Il sindaco di Westerkwartier, secondo comune più grande della provincia di Groningen, non ha impiegato molto tempo per rispondere alla domanda provocatoria: “Perché il Grunnens Laid racconta molto della nostra provincia e di quanto siamo orgogliosi della nostra regione, del paesaggio e della nostra gente. Ciò che è importante è anche il dialetto che usiamo, il Gronings. Stiamo diventando sempre più consapevoli che fa parte del nostro patrimonio. Per questo è importante mantenerlo in vita”. Il sindaco Koos Wiersma ama personalmente i detti di Gronings: per esempio, kop d’r veur che significa “quando sei un po’ triste, devi andare avanti”



Alcuni dicono che la tenuta Nienoord sia il simbolo più noto di questa parte di Groningen”, ha sottolineato Geert Pruiksma, direttore del Museo Nienoord. “C’è solo un villaggio in questa parte di Groningen che ha una tenuta come questa. Tutti riconoscono immediatamente la casa”. Secondo Pruiksma, anche le autorità locali hanno scelto di cantare il Grunnens Laid a Nienoord per il suo patrimonio storico.
Questo era il centro provinciale del governo e, in tempi di guerra, qui si decidevano le azioni militari da intraprendere. A testimonianza della sua gloria passata, due cannoni del XVII secolo sono visibili nel giardino della tenuta, mentre il terzo è conservato al Victoria and Albert Museum a Londra.






31mag.nl è un progetto indipendente di giornalismo partecipativo.
Raccontiamo gli esteri da locals, non da corrispondenti o inviati.

Diamo il nostro apporto all’innovazione nei media con news,
reportage e video inediti in italiano. Abbiamo un taglio preciso ma obiettivo.

RECHARGE US!