L’industria dei viaggi teme nuove restrizioni poiché il numero di infezioni  è in rapido aumento e i Paesi Bassi potrebbero dirigersi verso il codice rosso, secondo la classificazione del Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (ECDC).

Con le vacanze estive che si avvicinano e migliaia di olandesi che speravano di andare all’estero, sarebbe “drammatico” se i Paesi Bassi tornassero di nuovo rossi, secondo l’organizzazione del settore dei viaggi ANVR.

“Poi ci saranno tutti i tipi di obblighi di cui finalmente ci saremo liberati”, afferma a NOS il direttore di ANVR Frank Oostdam. Una catastrofe tanto per il settore quanto per i viaggiatori. Con codice rosso ci sarebbe obbligo di quarantena, quindi le vacanze all’estero sarebbero quasi impossibili.

Anche se l’Olanda è particolarmente “moderata” con i codici (la classificazione ECDC “rosso” nei Paesi Bassi è “arancione”, mentre la classificazione ECDC “rosso scuro” ha lo stesso significato di “rosso”) sarebbe comunque una situazione pessima.

L’industria turistica è furiosa con il ministro: “Sembra che Hugo de Jonge trovi club e terrazze più importanti degli olandesi che possono andare in vacanza e viaggiare liberamente. Ma anche questo è un diritto”.

L’ECDC, il RIVM europeo, ha pubblicato oggi nuovi dati sui contagi: RIVM ha registrato 8.451 contagi la scorsa settimana, un raddoppio rispetto alla settimana prima. La variante delta in particolare è responsabile di questa crescita. Con i numeri attuali, i Paesi Bassi riceveranno un codice rosso la prossima settimana o quella successiva, prevede Marino van Zelst, membro del RedTeam, a Het Parool. Il RedTeam è un gruppo di esperti che, oltre all’Outbreak Management Team (OMT) è coinvolto nella

Se i Paesi Bassi diventano rosso scuro, gli altri paesi possono respingere i viaggiatori se non sono completamente vaccinati o rifiutano di entrare in quarantena. Un divieto d’ingresso può essere imposto anche ai viaggiatori provenienti da un paese a rischio.