NL

NL

“L’Inburgering” è crudele e viola le norme UE: la corte di Giustizia apre caso contro i corsi di integrazione in Olanda

Oggi la Corte di Giustizia Europea esaminerà se la politica olandese di integrazione obbligatoria violi le regole europee. La questione centrale del caso è se i Paesi Bassi possano obbligare i rifugiati e altri immigrati a integrarsi entro tre anni e multarli in caso contrario, dice Trouw.

Nei Paesi Bassi, le persone soggette agli obblighi di integrazione devono passare un esame entro tre anni: hanno molta responsabilità personale in questo, dovendo trovare da soli corsi di lingua olandese e, fino al 2022, dover richiedere un prestito personale per finanziare la loro integrazione. Se non ottengono il certificato entro tre anni, il governo può multarli. Fino a poco tempo fa, dovevano anche ripagare i prestiti di studio fino a 10.000 euro, dice Trouw.

Il diritto dell’UE stabilisce che la responsabilità dell’integrazione non ricade tanto sull’immigrato quanto principalmente sugli Stati membri, sostengono i ricorrenti: il governo deve garantire l’accesso ai programmi di integrazione. La corte deciderà se il sistema di multe dei Paesi Bassi si attiene a queste regole.

Secondo l’avvocato dei diritti umani Eva Bezem, una lenta integrazione spesso non è dovuta alla riluttanza a unirsi alla società olandese ma agli ostacoli posti dal governo:  il suo cliente, un rifugiato eritreo, sta affrontando gravi traumi e una leggera disabilità intellettiva. Anche a causa di questo, non è riuscito ad integrarsi in tempo e ora ha 10.000 euro di debito da ripagare, più una multa di 500 euro.

“In confronto a un bambino olandese che ha difficoltà a scuola,” ha detto Bezem, “ti aiutano in ogni modo possibile a completare la scuola primaria e secondaria. Non imporremmo mai loro una multa se non superassero gli esami.” Negli ultimi anni, il governo olandese ha imposto multe a 3.400 rifugiati che hanno impiegato più di tre anni per integrarsi. La multa massima è di 1.250 euro. Il vero problema è dover ripagare i prestiti di studio contratti per pagare i corsi di integrazione.

Se la Corte di Giustizia Europea stabilisse che il metodo olandese è contrario alla legge europea, probabilmente i Paesi Bassi dovranno annullare quei debiti.

SHARE

Noi siamo qui 365 gg (circa), tra le 5 e le 10 volte al giorno, con tutto quello che tocca sapere per vivere meglio in Olanda.

Sostienici, se usi e ti piace il nostro lavoro: per rimanere accessibili a tutti, costiamo solo 30€ l’anno

1. Abbonatevi al costo settimanale di mezzo caffè olandese:

https://steadyhq.com/en/31mag

2. Se non volete abbonarvi o siete, semplicemente, contenti di pagarlo a noi il caffè (e mentre lavoriamo quasi h24, se ne consuma tanto) potete farlo con Paypal:

https://www.31mag.nl/abbonati/

3. Altrimenti, potete effettuare un trasferimento sul nostro conto:

NL34TRIO0788788973

intestato al direttore Massimiliano Sfregola
(causale: recharge 31mag)

Altri articoli