Si al velo per le studentesse islamiche nelle Fiandre, lo ha stabilito venerdì un tribunale del Limburgo belga, accogliendo il ricorso di 11 studentesse in due scuole secondarie a Maasmechelen. Le famiglie presentarono ricorso alcuni mesi fa contro il regolamento delle scuole che, recependo una direttiva dell’autorità scolastica, aveva proibito alle studentesse di indossare il velo.

La direttiva non riguarda solo Niqab e Hijab ma si riferisce a qualunque simbolo religioso esposto in luogo pubblico. 

Il tribunale civile di Tongeren ha ora deciso che alle ragazze è permesso indossare il velo a scuola. “Nella sua decisione, la corte ha tenuto conto delle disposizioni della Convenzione europea per i diritti umani, che impone a tutti gli Stati membri europei, tra cui il Belgio, l’obbligo di consentire ai loro cittadini di vivere la loro religione in piena libertà, ” ha detto alla stampa il giudice Ariane Braccio.

Ma la corte, non ha abolito il divieto limitandosi a sospenderlo per le 11 ricorrenti che già da ora, dice ancora la tv locale, potranno tornare a scuola indossando l’abito tradizionale islamico.

L’amministrazione scolastica non ha ancora annunciato se presenterà o meno ricorso.