Ad una ragazza autistica di 18 anni è stato vietato l’ingresso presso i locali del Rombouts College a Brunssum, nel Limburgo, la scuola superiore che ha frequentato fino a poco tempo fa. Lo ha stabilito il tribunale di Maastricht confermando la decisione dell’istituto.
I parenti della ragazza, dice il quotidiano locale Limburger, avevano impugnato il decreto. Qualora dovesse violare questo divieto, rischia una multa di 100 euro per ogni volta dovesse presentarsi nella sua ex scuola, fino ad un massimo di 10mila euro, ha stabilito il tribunale.

L’istituto LVO di Rombouts ha intentato causa alla ragazza e ai suoi genitori dopo una serie di incidenti. Dopo essere stata espulsa dalla scuola, la ragazza ha continuato comunque ad andare in classe, rifiutandosi -tuttavia- di lasciare l’istituto. Il conflitto tra la scuola e la ragazza è andato avanti per diversi anni, scrive il quotidiano del Limburgo.

Secondo i genitori l’espulsione a ridosso degli esami comprometterà la possibilità che la giovane concluda il percorso scolastico.

La ragazza – che avrebbe iniziato gli esami la settimana prossima – e i suoi genitori ritengono che la scuola non possa cacciarla così, poco prima degli esami finali.

Ma il tribunale non ha voluto sentire ragioni: gli interessi della scuola e degli altri studenti in procinto di iniziare gli esami, hanno scritto, superano quelli della ragazza.